Nella gastronomia “Il taglio giusto”, la qualità si tramanda di padre in figlio

Stefano Pellizzoni è un giovane di 28 anni che ha sempre lavorato con il padre nella gastronomia di famiglia, prima di aprirne una propria con l’insegna “Il taglio giusto”, a Mariano Comense e a Cantù. Stefano, infatti, da autentico “figlio d’arte”, spinto dalla passione, sfida i tempi difficili e la giovane età (25 anni) e apre il nuovo negozio nel maggio del 2010. Qual è la differenza tra il suo negozio e quello di suo padre?

Nel negozio di mio padre trovavi solo pezzi di carne grossa a vista, sul bancone. Adesso, l’offerta della macelleria è integrata con gli affettati, con i formaggi e con le specialità di gastronomia, preparate da una cuoca dedicata.

Qual è la vostra specialità?

La carne. Pratichiamo la filiera corta; le carni, infatti, provengono dai nostri allevamenti, per cui offriamo un prodotto finale veramente a km 0.

Qual è il piatto di gastronomia più richiesto?

In inverno, la cassoeula e la trippa. In estate, il vitello tonnato e il riso freddo. Gran Biscotto è molto richiesto per i buffet delle feste (comunioni, cresime ecc..) per i quali prepariamo piatti di affettati scenografici. In gastronomia usiamo il prosciutto cotto Rovagnati per fare le crespelle, i cannelloni e la pizza.

Partecipate agli eventi?

Si, in particolar modo nel periodo natalizio, partecipiamo ad eventi durante i quali mettiamo in mostra le nostre idee regalo, più originali del classico cesto.

Come vi difendete dalla concorrenza dei supermercati?

Abbiamo scelto di puntare sul servizio, obiettivo che guida il mio operato fin dalla selezione del personale: non ho collaboratori che, quando entra un cliente, dicano solo “buongiorno, mi dica…” come si farebbe in qualsiasi supermercato ma informano, consigliano, infine, coccolano il cliente. Oltre al servizio, ciò che ci distingue è la qualità, perché siamo convinti che la lotta sul prezzo non porti alla vittoria. La strategia per vincere contro la GDO è racchiusa nelle seguenti parole chiave: personalizzazione, cura del cliente, servizio. Me lo ha insegnato mio padre!

Qual è il prodotto Rovagnati che vendete di più?

Gran Biscotto Gourmet perché è un prodotto eccezionale, creato apposta per le salumerie: pensi che con 3 fette si fa un etto, in quanto la fetta è più grande, proviene da una coscia diversa, più bella! Il Gourmet deriva, infatti, dalle stesse cosce selezionate per il prosciutto di Parma. 

Gran Biscotto non lo cambierei mai, perché è il più richiesto; il cliente entra e mi chiede direttamente “voglio un etto di Gran Biscotto”.

Gastronomia “Il taglio Giusto”

Piazza Roma, 79

Mariano Comense (CO)

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0