Gluten free: una scelta più che un claim

Le persone affette da celiachia rappresentano una quota considerevole della popolazione italiana.

Al giorno d’oggi non ci sono farmaci che possano contrastare la celiachia, solo un’alimentazione senza glutine e un’attenta informazione legata alla conoscenza di ciò che mangiamo può garantire una vita sana e performante.Nell’industria di oggi c’è sempre più coscienza di questa problematica.

Oggi tutti i nostri prodotti di salumeria sono senza glutine.

Rovagnati, da diversi anni, è presente nel prontuario dell’AIC (Associazione Italiana Celiachia), ancor prima che esplodesse in maniera esponenziale la conoscenza sul problema dell’intolleranza al glutine.

Voler essere presenti nell’elenco delle aziende autorizzate ad essere inserite nel prontuario dell’AIC è una decisione molto impegnativa, perché non ci si limita ad una semplice dichiarazione o ad un messaggio pubblicitario sul packaging, ma occorre produrre un’ampia documentazione che attesti che tutto ciò che entra in fabbrica sia senza glutine, con tanto di dichiarazioni provenienti dai fornitori, rispetto alle materie prime e dalle fabbriche che producono semilavorati, che devono documentare che non hanno nulla a che fare con il glutine.

Oltre a ciò, la garanzia della salubrità del prodotto è data da analisi a campione sui prodotti inseriti in Prontuario, previo prelievo a scaffale ed effettuazione del dosaggio di glutine presso laboratori riconosciuti da AIC.

Nell’ambito della celiachia è importante, da parte dell’industria, avere la consapevolezza del problema, oltre ad una conoscenza approfondita di tutti i i processi, i prodotti, le materie prime. Non è ammessa l’ignoranza di determinate tecnologie produttive: è importante essere consapevoli, ma soprattutto preparati e informati, perchè solo un’approfondita conoscenza può creare un prodotto sicuro.

Un’azienda sceglie d’inserire i prodotti nel prontuario, pur potendo mettere liberamente solo il claim: questo significa avere anche persone dedicate ai controlli e al reperimento della documentazione necessaria.

Se il prodotto non è inserito nel prontuario si ricevono meno controlli quindi occhio! La scelta di essere presenti non è pubblicità, è informazione.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0